Fill the form to contact owners

We are happy to answer any question!
Quick response guarantee within 24 h

I agree with Terms and Conditions and I've read and agree Privacy Policy.

Dove dormire per visitare il Palazzo delle Esposizioni di Roma

2 anni ago · · 0 comments

Dove dormire per visitare il Palazzo delle Esposizioni di Roma

Con i suoi 10.000 metri quadri, il Palazzo delle Esposizioni è rinomato per essere il più grande spazio espositivo interdisciplinare presente nel centro della Capitale. Dedicato a eventi culturali di stampo internazionale, questo luogo di cultura offre ai visitatori spunti e suggestioni molto varie e, nonostante sia un edificio ricco di storia, è anche un luogo dall’atmosfera squisitamente internazionale e moderna.

Il Palazzo delle Esposizioni è a meno di due chilometri dai nostri San Lorenzo Apartments!

Un edificio prestigioso per ospitare l’arte internazionale

L’edificio che ospita tantissime manifestazioni e mostre d’arte è uno splendido palazzo in stile neoclassico progettato dall’architetto Pio Piacentini nel 1877 e completato nel 1883. Dal Dal 1927 al 2004 è stato adibito a sede degli uffici e delle mostre della Quadriennale di Roma e oggi rimane la sede privilegiata delle mostre della Quadriennale d’Arte. Dopo cinque anni di lavori di restauro e riqualificazione funzionale dei suoi spazi, nel 2007 il Palazzo è stato riaperto al pubblico con un volto ancora più nuovo e moderno.

L’edificio, di proprietà del comune di Roma, viene gestito dall’ente comunale Azienda Speciale Palaexpo, dipendente dall’assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico e ha un ruolo di primo piano in Italia quale ente di promozione artistica e culturale con grande esperienza nell’organizzazione di mostre artistiche e fotografiche, rassegne cinematografiche, spettacoli teatrali, performance, presentazione di libri ed eventi.

Potrebbe interessarti anche:
Un capolavoro del Bernini nella chiesa di Santa Maria della Vittoria, Roma

Le aree espositive polifunzionali del Palazzo delle Esposizioni

Gli spazi espositivi dell’edificio si organizzano su tre piani che ospitano varie tipologie di eventi culturali e offrono servizi differenti ai visitatori. Pare proprio che il Palazzo delle Esposizioni sia fatto per stupire e di sicuro la sua conformazione non è quella del canonico museo: infatti all’interno della struttura sono presenti varie aree funzionali tra le quali spiccano una grande sala cinematografica, un laboratorio d’arte, diverse sale polifunzionali e multimediali senza contare luoghi di svago come ristoranti e librerie.

Le aree espositive principali sono 3 e sono pensate in modo da essere spazi poliedrici dalle mille possibilità, grazie a un sistema di pareti verticali neutre e modificabili, personalizzabili a seconda dell’esposizione del momento. Anche il sistema di illuminazione, studiato dall’architetto Michele De Lucchi, è in grado di adattarsi a diversi usi: consiste infatti in molti pannelli sospesi modulabili e regolabili in base alle necessità.

Le mostre storiche del Palazzo delle Esposizioni

Il Palazzo delle Esposizioni si è concentrato sul raccontare i più grandi personaggi del Novecento e lo ha fatto analizzando diverse prospettive dell’arte in tutte le sue sfumature e parlando di artisti come Stanley Kubrick, Bill Viola, Giorgio De Chirico e Alexander Calder, ma anche ospitando l’arte di alcuni tra i fotografi più famosi dell’ultimo secolo come Robert Doisneau, i fotografi del National Geographic e Helmut Newton.
Ma non è solo l’arte ad essere protagonista nelle sale del Palazzo delle Esposizioni: tra le mostre che hanno avuto più successo possiamo infatti citare quella su Darwin e l’Evoluzione e anche quella sulle “Parole dell’Universo” che ha avuto come protagonisti pianeti, stelle e particelle atomiche.

Le prossime mostre al Palazzo delle Esposizioni

Dal 9 ottobre al 20 gennaio 2018 – Pixar, 30 anni di animazione

Pixar è sinonimo della perfetta fusione tra arte e tecnologia e ha dato alla luce tantissimi personaggi animati amati da intere generazioni come quelli di Toy Story, Alla ricerca di Nemo e Cars. Ma non è solo animazione per bambini, infatti questi moderni cartoni animati hanno riscosso tanta fortuna anche tra gli adulti più romantici. L’azienda fondata in California nel 1986 è composta da creativi e amanti delle più avanzate tecniche di animazione e questa mostra con oltre 400 pezzi tra bozze, disegni, sculture, video e storyboard racconta il grande lavoro che c’è dietro alla magia di Pixar.

Dal 21 ottobre al 6 gennaio 2018 – Giappone a colori

Il Laboratorio d’Arte di Palazzo delle Esposizioni organizza una mostra sull’editoria per ragazzi del Sol Levante che raccoglie una selezione di 50 libri illustrati giapponesi per bambini. La mostra, a cura di Yukiko Hiromatsu e Yasuko Doi, è organizzata dall’Ambasciata giapponese in Italia e dal Japanese Board on Books for Young People (JBBY) per celebrare il 150esimo anniversario di relazione diplomatica tra l’Italia e il Giappone.

Dal 17 ottobre al 20 gennaio 2018 – Piero Tosi, esercizi sulla bellezza

Piero Tosi, uno dei più geniali creatori di costumi per il cinema, viene raccontato in questi scatti dal Centro Sperimentale di Cinematografia. È stato uno dei costumisti più amati di tutti i tempi e ha lavorato per cinema, televisione e teatro; il suo nome è legato ad alcuni dei più importanti registi italiani ed internazionali e, come questa mostra ci racconta con tante fotografie di scena, è stato anche un prezioso docente del Centro Sperimentale di Cinematografia per ben 28 anni, dove ha cercato di tramandare la sua verace passione per la ricerca della bellezza.

Se le mostre ospitate questo autunno/inverno hanno destato il vostro interesse vi consigliamo di programmare una visita al Palazzo delle Esposizioni: pensate che è così vicino a San Lorenzo che potrete raggiungerlo a piedi, senza preoccuparvi di perdere tempo nel traffico di Roma! Per avere maggiori informazioni sulle esposizioni in corso visitate il sito www.palazzoesposizioni.it

Daniela Ottavi

Daniela Ottavi

 

Lascia un commento